TECNOLOGIA

Come fare un backup del PC

Capita a tutti noi, che almeno una volta nella vita ( a volte troppo spesso) di dover formattare o di perdere files importanti sul PC. Molte volte per colpa dei Maledetti virusmalware, bug dei software o altro. Il nostro consiglio è di effettuare il Backup del PC Regolarmente.  Ci sono tanti modi per fare backup del PC. Anche il sistema operativo, i programmi (applicazioni), e altre impostazioni possono essere sottoposti a backup. Avere un backup completo del sistema potrebbe farti risparmiare tempo quando le cose vanno male.

 

 

Modi Migliori per Fare Backup del PC

Come già detto ci sono diversi modi per eseguire il backup dei dati: si potrebbe usare un disco rigido esterno per il backup oppure un server remoto tramite Internet.

Metodo 1. Backup su un disco esterno

Se si dispone di un disco rigido USB (chiavetta o hard disk esterno USB) potresti fare backup su tale unità sfruttando le funzioni di backup incorporate nel computer.

Su Windows 7  si può utilizzare la funzione Windows Backup.

In Windows 10 e Windows 8 si può usare la funzione BACKUP CON CRONOLOGIA FILE per eseguire il backup dei file in un’altra unità e ripristinarli in caso di perdita, danneggiamento o eliminazione degli originali.

come fare Backup dei Files

 

Su Mac c’è invece Time Machine 

In tutti questi casi basterà collegare l’unità al computer e utilizzare lo strumento di backup, o lasciarlo collegato per fare il backup automaticamente.

Pro: il backup è economico e veloce.

Contro: Se subisci un furto o il disco esterno si guasta, potresti perdere il backup.

Metodo 2. Backup Online

E’ anche possibile fare il backup del PC su Internet tramite servizi come CrashPlan. CrashPlan è un noto servizio di backup online ma ci sono tanti altri simili come ad esempio BackBlazeCarbonite, e MozyHome.
Con un piccolo canone mensile (circa $5 al mese), questi servizi vengono eseguiti in background sul PC o Mac, e in automatico effettuano il backup dei dati. In caso di perdita o cancellazione dei dati potrai poi ripristinarli. CrashPlan può anche eseguire il backup su un altro computer, ad esempio sul computer di un amico o su un altro computer che si possiede.

Pro: Il Backup Online ti protegge da qualsiasi tipo di guasto/perdita di dati, furti, calamità naturali, e tutto il resto.

Contro: Questi servizi hanno un costo e il backup iniziale può richiedere molto più tempo rispetto a quello effettuato su un disco esterno.

Metodo 3. Backup su Cloud

Piuttosto che limitarsi a memorizzare i file sul disco rigido del computer, è possibile memorizzarli su un servizio CLOUD come Dropbox, Google Drive, Microsoft Microsoft Onedrive, o altri simili. Una volta caricati i file su tali servizi sarà possibile poi sincronizzarli automaticamente al tuo account online e quindi sui tuoi PC.

Pro: Questo metodo è facile, veloce, e in molti casi gratuito

Contro: La maggior parte dei servizi di cloud offrono solo un paio di gigabyte di spazio libero, quindi questo funziona solo se si dispone di un piccolo numero di file che si desidera eseguire il backup.

 

Conclusioni

backup on-site (cioè fatti su dischi esterni che teniamo in casa) sono più veloci e più facili e dovrebbe essere la prima linea di difesa contro la perdita di dati. Se si perdono dei file, è possibile ripristinarli rapidamente da un disco esterno. Ma non si dovrebbe fare affidamento solo sui backup presenti in loco. Se subisci un furto o l’hard disk (o peggio ancora la casa) prende fuoto, tutti i dati vengono persi.

backup off-site sono backup salvati su hard disk che poi teniamo conservati ad esempio in ufficio, a casa di un amico, o in un caveau di una banca. E’ sicuramente più scomodo ma questo è tecnicamente un backup off-site che garantisce più sicurezza.

Backup online, es. Crashplan, o quelli fatti su servizi Cloud come Dropbox, Google Drive, o Microsoft Onedrive, hanno il vantaggio di essere più intuitivi da fare e molto comodi perchè non dobbiamo avere altri dispositivi fra le mani. Il contro sono i costi di gestione (per alcuni) e il fatto che non sempre i dati online possano essere al sicuro al 100% (vedasi scandali verificatosi con alcuni servizi Cloud).

 

 

via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *