Windows 10
TECNOLOGIA

Windows 10 Fall Creators Update, ecco le novità

Come scaricare Windows 10 Fall Creators Update

Windows 10 Fall Creators Update da alcune ore è disponibile da scaricare, ma ne conoscete le principali novità?

In questa carrellata andiamo a scoprire, in modo conciso, i cambiamenti del sistema operativo di casa Microsoft che si è aggiornato in continuità con il Creators Update dello scorso aprile.

Windows 10

Il Fall Creators Update offre diverse funzionalità inedite, ma alcune caratteristiche come la Timeline sono slittate all’aggiornamento che arriverà nella prima metà del prossimo anno.

Non l’avete ancora ricevuto tramite Windows Update? Se non volete aspettare potete procedere in modo forzato grazie all’Assistente Aggiornamento oppure con il Media Creation Tool (entrambi scaricabili da questo indirizzo) che consente anche di fare un’installazione da zero (in tal caso fate un backup dei vostri dati).

Fluent Design System

Microsoft introduce con questo aggiornamento un nuovo linguaggio di design che prende il nome di Fluent Design System. Il Fall Creators Update segna il primo passo di un processo che coinvolgerà altri prodotti e servizi della casa di Redmond in futuro.

Per quanto possiamo vedere, i cambiamenti per ora non sono troppo marcati. La prima novità che salta all’occhio è un effetto di sfocatura / trasparenza (Acrylic) che ritrovate nel sistema e in alcune app. Ricorda Aero di Windows Vista e Windows 7, ma aggiornato ai tempi moderni e meno invasivo.

La seconda è un effetto di evidenziazione (Reveal) che noterete spostando il cursore del mouse su alcuni elementi e menu. Effetti di parallasse e animazione nelle app integrate aggiungono ulteriore bellezza all’interfaccia. Il video di seguito mostra le caratteristiche del Fluent Design.

Nella vostra esperienza con Windows aspettatevi d’incontrare aree più ottimizzate di altre, e forse questo non vi piacerà, ma dovrete farvene una ragione: è tutto un “work in progress“.

Menu Start e Centro Notifiche

Solo piccoli cambiamenti e modifiche per affinare l’esperienza d’uso. Il menu Start può essere ora ridimensionato in diagonale e gode del nuovo effetto di sfocatura Acrylic.

Il Centro Notifiche gode invece di maggiori interventi. Oltre agli elementi del Fluent Design, Microsoft ha cambiato il modo in cui sono visualizzate le notifiche, mettendo quelle nuove in box che sono raggruppati per app (potrebbe piacere o no). Cambiamenti anche per i popup delle notifiche.

Persone – My People

Una novità interessante si chiama My People (Persone) e permette di bloccare fino a tre dei vostri contatti preferiti direttamente nella taskbar. C’è anche un nuovo hub People che dà rapido accesso alla lista contatti e alle app che si avvantaggiano di My People.

Questa funzione è direttamente accessibile dal pulsante People Hub a sinistra della barra di sistema. Tra le diverse cose possibili, potete trascinare file direttamente sull’icona dei contatti bloccati per inviarli. Una bella comodità specie se usate il programma di posta di Windows e Skype.

Chi non ama My People può disattivare l’intera funzione. Affinché diventi utile dovrà avere il supporto di app e software di terze parti e ora non ci sono molte app che la supportano se non People, Mail e Skype e l’app di terze parti Unigram.

 

Windows Mixed Reality

Con il Fall Creators Update fa il suo ingresso in scena la piattaforma Windows Mixed Reality, che non è altro che la versione Microsoft di SteamVR o Apple ARKit. Con questa piattaforma Microsoft sta supportando tanto la realtà virtuale quanto quella aumentata, anche se in questo momento è la realtà virtuale il focus principale.

Negli Stati Uniti in primis e in seguito nel resto del mondo stanno arrivando sul mercato dei visori ad hoc per la Windows Mixed Reality. In questo articolo un riepilogo dei visori annunciati finora.

La nuova piattaforma permette l’uso di app Windows 10 in VR; alcune in visualizzazione standard 2D, altre in un’esperienza 3D immersiva. Microsoft e Steam stanno inoltre lavorando per portare i titoli SteamVR sulla piattaforma Windows Mixed Reality, una bella notizia per i videogiocatori stanchi del solito gaming.

Windows Mixed Reality apre la strada a un modo e un’esperienza completamente nuovi di usare il PC, offrendo un ambiente 3D immersivo in cui vedere film, giocare, navigare e persino lavorare.

Se non avete un visore Windows Mixed Reality e volete sperimentare un pizzico di questa novità allora potete optare per un’app chiamata Mixed Reality Viewer, che usa la vostra webcam per mappare l’ambiente e permettervi di piazzare oggetti 3D nel mondo reale.

Potete così creare oggetti tramite Paint 3D e inserirli nel mondo reale… nulla di sconvolgente ma è un passatempo divertente. Ovviamente questa tecnologia assumerà un ruolo importante con il supporto degli sviluppatori.

 

OneDrive

Microsoft ha fatto arrabbiare parecchie persone rimuovendo i segnaposto dei file di OneDrive, che permetteva all’utente di vedere l’intera libreria OneDrive senza scaricarla effettivamente sul PC. Con il nuovo aggiornamento questa funzionalità ritorna con il nome “On-Demand Sync”.

Fall Creators Update ha un nuovo sistema di sincronia. Se impostate OneDrive l’app non parte immediatamente a scaricare la vostra intera collezione OneDrive per l’uso offline. Vi mostrerà invece tutti i file, locali o cloud (delle icone vi agevolano nella comprensione), senza che dobbiate scaricare nulla.

Per aprire un file basterà il doppio click e questo si scaricherà rapidamente. Una volta chiuso, si risincronizzerà con Onedrive e si rimuoverà dal disco locale. Ovviamente potrete decidere anche di mantenere un certo file sempre sul dispositivo per accedervi anche in assenza di connettività.

 

Microsoft Edge

Microsoft Edge non è Internet Explorer (per fortuna) e migliora costantemente. Questa volta Microsoft ha rinnovato il sistema dei preferiti, permettendovi ad esempio di organizzarli in cartelle. Potete anche bloccare i siti web direttamente nella taskbar come già possibile con Internet Explorer 11 e Google Chrome.

Edge è migliorato anche come lettore di PDF ed ebook. Potete ora fare annotazioni, il che significa che potete firmare PDF, sottolineare, aggiungere commenti, note e altro. C’è anche una funzione di narrazione virtuale che funziona con PDF, ebook e persino pagine web. Sotto il cofano ci sono inoltre molti ritocchi, con supporto a standard e protocolli tra cui WebVR.

Nuovi metodi di input

Con il Fall Creators Update Microsoft si è concentrata anche su un miglior supporto ai dispositivi di input come la penna e le dita (touch), oltre a mouse e tastiera. Nelle impostazioni è comparsa l’opzione Trova la mia penna che vi indica l’ultimo posto in cui avete usato la vostra penna sul dispositivo. Usando le mappe di Bing e il vostro account Microsoft potrete vedere online dove è stata usata la penna l’ultima volta… così saprete se siete sbadati e l’avete persa.

Potete ora usare la penna come telecomando remoto per passare tra le slide. Inoltre si possono scorrere le pagine web e liste in Windows senza dover prima selezionare la barra di scorrimento. Chi usa il tocco per interagire con Windows 10 troverà utile l’introduzione della tastiera Shape Writing, simile nel funzionamento alla famosa Swiftkey: potete scorrere il dito sulle lettere senza toglierlo dallo schermo per vedere la parola comporsi in automatico.

Chi usa la tastiera integrata può accedere a un pannello di emoji cliccando il tasto Windows e il punto. Tra le altre novità segnaliamo Eye Control, un metodo di input per chi non può muovere le braccia. Richiede hardware dedicato di Tobii per funzionare ma poi potrete controllare il PC con gli occhi.

Windows 10 si collega ad iOS e Android

Fall Creators Update è la prima versione di Windows 10 che dialoga con iOS e Android. C’è ora un’area Phone dedicata nelle impostazioni che vi permette di collegare il vostro smartphone al PC, in modo da condividere facilmente pagine web tra dispositivi diversi.

Non dovrete più mandarvi una mail con un link o un’immagine se volete passare tra due dispositivi diversi, vi basta collegare lo smartphone al PC e usare la funzione dedicata “Continue on PC”.

Su iOS tutto questo richiede di usare l’app Continue on PC, il browser Edge (presto in arrivo) e Cortana. Con Android potete usare il nuovo Launcher di Microsoft insieme a Cortana ed Edge. Gli utenti Android avranno inoltre benefici aggiuntivi, come la possibilità di sincronizzare notifiche dal telefono direttamente nel Centro Notifiche e chiudere chiamate direttamente dal desktop.

Altre novità

Questi sono i cambiamenti più importanti di Windows 10. L’azienda ha lavorato anche ad aspetti meno evidenti agli occhi come la sicurezza e ha ampliato le funzioni di Cortana, anche se per il momento negli Stati Uniti.

Windows Update – di default – non userà inoltre più tutta la banda disponibile per scaricare gli aggiornamenti, ma si regolerà in base al bandwidth necessario per quello che state facendo. Per esempio se guardate un video YouTube e Windows deve scaricare gli aggiornamenti, Windows Update vi mangerà meno banda. C’è anche la possibilità di configurare manualmente il tutto, dando a Windows Update una percentuale fissa di banda che può sottrarvi.

Un’altra novità interessante è uno slider sui dispositivi a batteria. Cliccando l’icona della batteria avrete uno slider che vi permetterà di scegliere al volo tra maggiori prestazioni o un minor consumo.

Con Story Remix, infine, Microsoft ha integrato un nuovo editor video direttamente nell’app Foto per creare piccoli video non professionali da condividere con amici e parenti. Potete infatti unire video e foto a musica ed effetti in bundle con il Fall Creators Update. C’è una modalità completamente automatica oppure quella manuale per avere maggiore controllo.

In conclusione

Il Fall Creators Update è un update rivoluzionario? No dal punto di vista pratico, ma ha alcune funzionalità interessanti e gode di tanti piccoli interventi che migliorano l’esperienza complessiva. Il Fluent Design System è in via di sviluppo, ma i primi elementi sono interessanti.

Microsoft entra nel mondo della realtà virtuale e aumentata con la Mixed Reality, e questa è la notizia più importante. L’interazione con i sistemi operativi mobile è un altro aspetto da tenere d’occhio per il futuro e potrebbe essere utile a molti. Per Microsoft è una scelta obbligata dopo l’addio a Windows Mobile.

Aggiornare quindi oppure no? Fermo restando che pur con tutti i test interni e quelli degli Insider qualche bug potrebbe emergere in questi primi giorni, passare al Fall Creators Update non ha controindicazioni immediate, solo benefici.

Cambierà in meglio la vostra esperienza con Windows? Per taluni sì, per molti altri no, rimarrà quasi la stessa. Ma è un passo evolutivo che Microsoft doveva fare. Non vediamo l’ora di vedere gli update del prossimo anno, che porteranno sul piatto alcune interessanti novità che non sono rientrate in questo aggiornamento ed espanderanno il lavoro fatto nel Fall Creators Update.

 

via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *